PAPA FRANCESCO: “DIO FA MIRACOLI A MEDJUGORJE. MA I VEGGENTI CHE HANNO L’AGENDA DELLA MADONNA….PAZZIE DELL’UOMO”

La frase è netta e precisa: “Dio fa miracoli a Medjugorje. In mezzo alle pazzie dell’uomo, Dio continua a fare miracoli. Forse ci sono fenomeni più personali. Mi arrivano delle lettere qui, ma si capisce che sono cose più che altro psicologiche. Bisogna distinguere bene le cose”.  È papa Francesco che ricorda come – quando era arcivescovo di Buenos Aires – uno dei veggenti di Medjugorje sarebbe andato in arcidiocesi per un incontro da tenersi in una chiesa: “Quando ero a Buenos Aires – afferma Bergoglio – ho proibito che ci fosse una riunione che si è svolta lo stesso. Loro sapevano, però, che non ero d’accordo”. Senza manifestare la sua opinione sull’autenticità dell’apparizione il Papa ha aggiunto: “L’ho fatto perché uno dei veggenti avrebbe parlato e avrebbe spiegato un po’ tutto e alle quattro e mezza sarebbe apparsa la Madonna. Cioè lui aveva l’agenda della Madonna. Allora ho detto: no, non voglio qui questo tipo di cose. Ho detto di no, no in chiesa”.

Le rivelazioni sono contenute nel volume “E’ mia Madre. Incontri con Maria”, Papa Francesco in dialogo con Alexander Mello (Città Nuova) e – va precisato – sono affermazioni che il Pontefice ha reso nel dicembre 2013, e dunque precedenti alla lettura delle conclusioni della Commissione su Medjugorje presieduta dal cardinale Camillo Ruini, il gruppo di lavoro, composto da vescovi, teologi e mariologi, che ha esaminato tutta la documentazione e interrogato veggenti e testimoni.

Parlando sempre di apparizioni papa Francesco ha detto: “Il discorso delle apparizioni, che sia ben chiaro. Cerca di vederlo dal lato della locuzione interna. Allora, è ovvio, come ti dicevo, che si va da un estremo all’altro. A volte quella locuzione si materializza quasi in una visione e, altre volte, può essere una semplice ispirazione”. E ha continuato: “Per esempio, quelle persone sentono che la Madonna dice loro qualcosa, nella preghiera avviene una locuzione e allora dicono: ‘La Madonna mi ha detto questo…’. Certo. Lo esprimono in un modo che sembra che sia stata davvero un’apparizione. Ma da qui a che i veggenti siano protagonisti e organizzino apparizioni programmate… Questo è il peccato che può accompagnare una grande grazia”.

E infine: “Credo che sia a Salta (apparizioni di Nostra Signora di Salta in Argentina) che a Medjugorje ci sia la grazia. Non si può negare. C’è gente che si converte. Ma c’è anche la mancanza di discernimento e non voglio dire peccato perché la gente non sa mai fino a che punto è peccato, ma, per lo meno, la mancanza di discernimento”.

73 risposte a "PAPA FRANCESCO: “DIO FA MIRACOLI A MEDJUGORJE. MA I VEGGENTI CHE HANNO L’AGENDA DELLA MADONNA….PAZZIE DELL’UOMO”"

Add yours

  1. bravissimo Papa Francesco !!! la Madonna continua imperterrita a donarci miracoli, nonostante molti pensino solo ad arraffare denaro in quel di .. Medjugorje …!!!

    "Mi piace"

      1. Se non sbaglio il discernimento deve essere esercitato mediante le sacre scritture , cioè la sacra Bibbia . Infatti i comandamenti di Dio vietano di adorare gli idoli o statue di ogni genere ! Il giusto intendimento delle sacre scritture ci fanno capire che Satana si trasforma in angelo di luce e anche i suoi ministri sono accecati e sfruttano con l’ ignoranza della parola d Dio !

        "Mi piace"

    1. scrivere “arraffare denaro” non é cristiano ! Ci è mai stato Lei a Medugorje ? Ci vada prima di dire queste cose poco sperimentate ! Ovviamente anche a Loreto, San Giovanni Rotondo, San Pietro, Lourdes (tutti luoghi riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa) ci sono venditori di oggetti sacri, ma questo non significa – che solo per questo motivo – non ci sia una intensa ed autentica spiritualità mariana !! La Madonna a Medugorje appare e si fà sentire ! Ci vada….. nel Suo interesse ! Io ci sono stato e mai ho chiesto di vedere i veggenti. Mi è stato più che sufficiente sentire viva dentro di me la presenza della Madre !

      "Mi piace"

  2. Secondo me e giusto quello che intetpetra il papa che ci siano dei miracoli di fede e che pero nin ci sia il discernimento per tanti fra il bene e il male e che ci sia tanta curiosita ed il fatti che già a priori si sente dire che la Madonna apparirà a una tal ora specifica mi sembra un contratto .Io penso che Ella poi sappia leggere neicuori di ognuno e vede chi sia li per fede vera o per finta e comunque il suo amore ci chiama tutti come figlu suoi

    "Mi piace"

  3. Che sia un Portale che unisca la dimensione terrena con altre ultraterrene, ci può stare. Che inizialmente i veggenti abbiano vissuto in prima persona i contatti con la Madonna, perché poi il mondo possa scoprire questo luogo, come appunto possibile Portale fra Cielo e Terra, ci sta anche questo.

    Però, questi messaggi chiunque potrebbe ricrearli con un po’ di fantasia seguendo lo schema fisso di tutti quelli “ricevuti” finora, ci sta anche questo!
    Ciò che più personalmente mi crea disagio, è leggere mezzi proclami da parte dei veggenti che anticipano solamente che, quando la Madonna darà loro il permesso, potranno divulgare dei segreti ancora custoditi per ubbidire alla Madre Celeste.
    Se io non posso svelare un segreto ad altre persone, non mi metto a dire:” So dei segreti però ora non posso svelarli…”
    Me ne sto zitta finché non potrò dirli!
    Quindi, se questi segreti arrivano ai veggenti tramite una intelligenza ben superiore la nostra umana, sarà che consiglino loro di fare una pura “strategia di marketing ” in questo modo?
    Presente i “promo” per pubblicizzare film prossimi ad uscire nei cinema o di articoli che prossimamente, metteranno sul mercato?
    Questi preannunci di presunti messaggi Divini mi sembrano la medesima cosa!
    Solo così le persone tornano a Medjugorje, mantenendo l’attenzione su quel luogo…
    Personalmente ci andrei a Medjugorje, come a Lourdes e in altri luoghi dove le apparizioni mariane sono avvenute; però, raccogliendomi e chiedendo un contatto personale col Divino. Poichè in questi luoghi, per qualche motivo per noi ancora incomprensibile, sarà più facile per noi umani comunicare con entità ultraterrene.
    Anche se sono pure convinta che il Divino c’è in ognuno di noi, essendo tutti figli di un unico Dio; nessuno è figlio di “un Dio minore”; quindi, tutti uguali per Lui anche rispetto chi si professa un prescelto, un veggente, o altro che lo fa distinguere dalla normalità dell’esistenza di ognuno di noi.

    "Mi piace"

  4. “Cari figli miei, vi amo tanto e intercedo sempre per tutti voi, perché il sacrificio di mio Figlio non sia mai vano.
    Egli ha versato il Suo Sangue per la salvezza di tutti voi.
    Vi esorto di continuare a pregare per voi e per la conversione di tutti i vostri fratelli, senza mai stancarvi.
    Sono vostra Madre e vi amo tanto. Potete sempre chiedere la mia intercessione presso il Padre per la salvezza di tutti.
    Grazie per aver risposto alla mia chiamata!”

    Ho appena visto la Madonna?
    No!
    La mia mente seguendo la struttura della maggioranza dei msg divulgati, ha creato questo e vi assicuro che non sono andata in trance .
    Quindi, il discorso del discernimento da parte di Papà Francesco, ha il suo perché!

    "Mi piace"

    1. Ma perché non leggete le parole di Gesù nel Vangelo che dice ” nessuno viene al padre se non per mezzo di me ” un’altra scrittura dice che l’ unico mediatore fra noi e Dio è Gesù Cristo… perciò se Dio non accetta l’ idolatria è logico che Satana si antepone ingannando gli increduli alla parola di Dio !

      "Mi piace"

      1. Gesù, nel vangelo, non fa capire che avrebbe continuato dal cielo ad operare miracoli di guarigione. Dice, però, che avrebbero potuto farli i suoi discepoli. In Giovanni troviamo: “Chi crede in me farà anch’egli le opere che faccio io, e ne farà di maggiori…” (Gv 14,12). E in Marco: “Questi poi sono i segni che accompagneranno i credenti: nel mio nome scacceranno i demoni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano i serpenti e, se avranno bevuto qualcosa di mortifero, non nuocerà loro, imporranno le mani agli infermi, e questi saranno risanati” (Mc 16, 17). Dobbiamo pensare che, dunque, imponendo le mani agli infermi, i seguaci di Cristo li risaneranno.

        "Mi piace"

  5. Ma cosa aspetta a dire che tutta una truffa..vogliono ancora far riempirei le tasche a questi truffatori?o il Papa ha paura di dire la verità per non spiegare a milioni di fedeli che lì non c’è un fico secco. É compito del Papa non far cadere in eresia tutta quella gente.

    "Mi piace"

      1. Non è tanto per eresia, quanto un distorcinento in un Cammino di Fede che facciamo tutti.
        Personalmente credo nei Doni dello Spirito Santo, pure quello della Profezia e ho conosciuto un sacerdote pure esorcista e autorizzato dal Vaticano (preciso, visti i tempi che viviamo!) ora tornato “a Casa”, che possedeva questo Dono. Ma non riceveva “le telefonate, le e mail, msg WhatsApp o i fax dal Cielo” precedentemente concordati!
        Chiunque però può ricevere dei msg attraverso sogni notturni; oppure, “ispirazioni”, sensazioni e quant’altro anche permettendoci di confermare con fatti oggettivi e concreti che quaggiù in questo esilio, non siamo soli.
        Però c’è modo e modo, credo, perché avvengano questi contatti col Divino.
        Credo infatti in un rapporto con il Divino più intimo e, ribadisco, se in alcuni luoghi sulla Terra ci sono delle precise aree dove “qualcosa” che per noi è ancora sconosciuto, ci favorisce il contatto fra Cielo e Terra, per me significa che tutti noi possiamo ricevere nel proprio intimo msg anche dalla Madonna.
        Questa continua intermediazione da parte di questi veggenti non mi convince; perché poi si rischia più la “dipendenza” per queste persone che, una ricerca personale per continuare il nostro personale dialogo con Dio.

        "Mi piace"

  6. Aggiungo che quando ci sarà un Papa coraggioso che dira la verità su questa buffonata,si partirà con un bel processo a carico di questi delinquenti e relativi risarcimento danni a tutti i milioni di poveri ingenui che sono stati truffati..

    "Mi piace"

    1. Se il demonio ha la potenza di creare confusione nelle nostre menti e di portare di conseguenza l.umanità al punto di non saper piu discernere il bene vero dal male perché la Chiesa composta da questi signori campioni di santità non scende in campo con umiltà seria e fede grande per dar luce alla verità difendendo apertamente chi vuole combattere le ingiustizie aiutando veramente il popolo di Dio ?

      "Mi piace"

      1. Non è il demonio ma la nostra fragilità e immaturità umana. Come cita il “Padre Nostro”: “…non c’indurre in tentazione”.
        O per meglio dire, “…allontanaci da ogni tentazione del mondo e proteggici dalle NOSTRE fragilità personali!”

        "Mi piace"

    2. Le buffonate sono altre. Al mio paese il 14 Maggio si fa una festa grandiosa in onore di Maria ma poi nei bar si bestemmia orrendamente quella stessa madre e quello stesso Dio che prima si sono onorati. Se questo avviene anche a Medjugorje sono pronto a non credere più a queste apparizioni. Il Vangelo è predicato e annunciato in tutto il mondo Eppure la fede e in declino. I giovani sono sempre più critici su alcuni punti della morale Cristiana. Quale ne è la causa? Forse lo stesso vangelo? Io non credo. Per quale motivo non si dovrebbe credere a Medjugorje dove la gente va e si converte a differenza delle nostre parrocchie dove vengono celebrate messe su messe e non accade nulla? Dove a messa ci vanno solo le vecchiette? Come dice Gesù non giudicate secondo le apparenze ma con giusto giudizio punto

      "Mi piace"

  7. La Madonna ci invita sempre al pentimento. alla preghiera alla confessione e io posso accettare tutto questo come da sempre ho accettato di essere Cristiano ma poi abbiamo una chiesa cattolica. che predica bene ma esmpio pratico ?Ipocriti falsi profeti e tirate fuori concretamente i miracoli. dove sono?

    "Mi piace"

    1. I miracoli avvengono in ogni istante dell’esistenza! Poi, se invece chiediamo dal Cirlo “gli effetti speciali”, beh, è tutto un altro discorso!
      Possiamo chiedere la guarigione spirituale e quella fisica anche nell’intimità di casa nostra.
      Così come la soluzione di problemi economici che non sono meno gravi delle malattie, quando non ci è rimasto più niente.
      Come per chi sopravvive ad un terremoto che ha raso al suolo la casa; come chi fugge come profugo da terre dove c’è la guerra..ecc
      Poi noi, si va a cercare “lune o soli che fanno le capriole fra le nuvole”!
      Ci servirà tutto questo?

      "Mi piace"

      1. Gesù Cristo dice nel Vangelo : conoscerete la verità è la verità vi renderà liberi . Giovanni 8 v. 32 …. liberi da che cosa ? Da tutte le menzogne e insegnamenti di tutte le religioni che non basano i loro insegnamenti sulla parola di Dio !!

        "Mi piace"

  8. Il papa forse confonde altre apparizioni con Medjugorje, come ha fatto in precedenza. Non si capisce quello che vuol dire. Comunque continuiamo a pregare e a credere alle apparizioni di Medjugorje.

    "Mi piace"

    1. Bontà tua…eppure il Pontefice si è sempre espresso in maniera netta circa il fenomeno Medjugorje; se poi non si capisce, sarebbe meglio tacere, anziché dare del “confusionario” al capo della Santa Chiesa Cattolica.

      "Mi piace"

  9. Gesu disse di pregare e chiedere con il padrenostro e cosi facciamo per noi stessi per i nostri bisogni dell.anima e del corpo senza pretendere di essere subito esauditi però ma pian piano nel tempo sempre vigili e costanti nella preghiera anche per coloro che stanno molto male arriva un senso di pace interiore e gioia per come si è nello stato presente e allora si va avanti e si impara a dialogare con Gesù davanti al Crocefisso e si accetta la vita cosi come viene

    "Mi piace"

    1. Finquando proiettiamo il MALE che c’è in noi in quanto pellegrini su questa Terra per espiare ed evolverci, in entità esterne come Satana, non ci assumeremo le nostre responsabilità totalmente.
      Se facciamo qualcosa di buono, è per Mano di Dio e se invece commettiamo errori, è per colpa del diavolo.
      Dio esiste come pure il diavolo, però, essendo entrambi esseri superiori a noi (entrambi esseri superiori, intendendo che il diavolo non è la perfezione in quanto Dio; però, possiede sempre più conoscenza di noi esseri umani) penso ci osservino per vedere cosa siamo noi capaci di fare o non fare. Di quali responsabilità sappiamo prendere, oppure no, ecc…
      Siamo però troppo “piccoli” per comprenderlo ed allora, non possedendo in noi l’ARMONIA che appartiene a livelli più alti del Creato, non sappiamo ancora scegliere il BENE se non c’è CHI ci sprona di farlo, come per esempio attraverso le Sacre Scritture o, proprio per mancanza di discernimento scegliamo il MALE credendolo un BENE.
      Abbiamo bisogno di riascoltare da millenni sempre gli antichi passi del Vecchio e Nuovo Testamento, altrimenti possiamo anche rischiare di dimenticarci chi siamo e da dove proveniamo, soprattutto, CHI È il nostro PADRE!
      Abbiamo necessità di assistere a fenomeni come le apparizioni mariane, per ricordarci che il mondo terreno non è TUTTO, bensì una ILLUSIONE di una DIMENSIONE MATERIALE, ma siamo tutti destinati a VIVERE in DIMENSIONI e MONDI dove si attua la VERA ESISTENZA Delle CREATURE di DIO.

      "Mi piace"

  10. Non è eresia mettersi al di sopra della Madonna e della stessa chiesa a cui non ubbidiscono..la Madonna nella loro mani é diventata una dipendente loro,dove gli dicono a che giorno e ora apparire…ci manca pure che se ritarda gli scrivono un bel richiamo come si fa a una dipendente…a Stefano mi spieghi perché hanno sfruttato tutto questo per arricchirsi??perché uno di loro ha aperto una agenzia viaggi promettendo l esclusiva sulle buffonate della visione se partono con la sua agenzia?poi l altra Viska dice di essere stata nel purgatorio,ma nessuno gli ha detto che tale posto é un invenzione medievale?per far pagare alla povera gente i suffragio..é vero non è una buffonata!é la truffa più grossa da quando esiste l uomo.

    "Mi piace"

  11. Esiste il Purgatorio (a più livelli) poi, i pagamenti dei suffragi sono invenzioni della Chiesa. Andando a finire che in diverse parrocchie i cosiddetti fedeli, litigano tra loro perché pagando le messe per il caro defunto, guai se il sacerdote durante la messa lì nomina dopo altri defunti. Non sia mai!
    Addirittura accade che uno, pagando tanti soldini, pretende che durante la messa domenicale e non fatta specificatamente per ricordare un defunto, si nomini esclusivamente il suo caro e altri defunti no.
    Questa è la Chiesa a cui non voglio ubbidire.
    Questi sono i fratelli in Cristo che non considero in quanto tali!
    Però il Purgatorio è tutt’altra cosa rispetto le nostre miserie e piccolezze umane…

    "Mi piace"

  12. Il purgatorio é stato inventato dalla chiesa medievale tra XI e XII secolo per aumentare il potere e riempirsi di soldi…questa é la verità che piaccia o no..Gesù non ne fa menzione tanto é vero che nella parabola del ricco e il povero si capisce che non esiste una dimensione tra inferno e paradiso…io quando parlo mi informo questa è la mia impostazione mentale.

    "Mi piace"

    1. Le Anime andranno dritte, dritte in un luogo di assoluta purezza, benché ancora bisognose di purificarsi e di evolvere?
      Potrà essere, come no.
      Nella vita terrena, ognuno di noi può raggiungere il massimo livello di purezza e di evoluzione in quanto Anima?
      Può essere si, come no.
      Quando arriverá “il momento” lo potremo sapere.
      Interessanti comunque gli studi delle origini del cristianesimo, prima che il monolite della Chiesa monopolizzasse il Vecchio e soprattutto Nuovo Testamento, visto che il cristianesimo non è sorto con i primi Papi e le prime gerarchie clericali a seguito.
      Lo sapremo solo vivendo…nell’Aldila…
      Finché siamo qua, dobbiamo accettare l’oblio per poter godere totalmente del libero arbitrio che ci viene concesso. È una sfida importante per le nostre Anime, perché, dimenticando tutto ciò che riguarda “Casa”, non possiamo fare nemmeno il bene necessario per noi e per gli altri, senza nessun tipo di condizionamento grazie a conoscenze che potrebbero correggerci a priori.

      "Mi piace"

  13. Se non esistesse il purgatorio, allora significa che più dell’umanità è condannata all’inferno e visto che per entrarci, la porta è così piccola “come la cruna di un ago” (citazione da un passo del Vangelo) solo una minima parte va in paradiso.
    Ma sappiamo tutti veramente cosa ci serve per meritare i il paradiso?
    Ci andiamo perché andiamo a messa, prendiamo i Sacramenti nella nostra vita, preghiamo il rosario, rispettiamo le regole della Santa Chiesa romana cattolico ed apostolica …
    Gli altri, allora non cattolici, tutti condannati all’inferno?
    Oppure ogni religione è uno dei tanti percorsi che Dio ci permette di fare in questa vita terrena, per ricordarci sempre che non siamo solo “carne ed ossa”, poiché abbiamo pure un’anima? Se poi il destino ci fa nascere e vivere dove veniamo da piccolissimi battezzati e dove ci fanno conoscere fin da bambini Gesù, anche per me è un “valore aggiunto” tutto ciò. Come un Dono! Però, i figli di Dio e fratelli in Cristo sono anche coloro che non possono seguire la fede cristiana, perche vivono in luoghi dove professano altre religioni.
    Come per i figli adottati: conoscono la famiglia che li ha adottati ma nel loro DNA c’è la memoria genetica di una famiglia biologica che però non conoscono. Rimanendo sempre geneticamente figli di genitori che forse non conosceranno mai nella vita. Ma è una loro colpa perché non possono conoscere i propri genitori biologici, quindi, non li possono amare? Uguale per tutti i nostri fratelli in Cristo che però sono destinati a conoscere un’altra “famiglia adottiva” religiosamente parlando, appartenendo per es. ad una comunità islamica, ebraica, induista, ecc
    Dichiarare che non esiste il Purgatorio è sottointendere di avere la presunzione che intanto chi lo dice, sa di andare subito in paradiso e giammai all’inferno, perché con nessuna umiltà si sente migliore dei suoi fratelli in Cristo.
    Però c’è pure un altro passo del Vangelo dove gli apostoli chiedevano a Gesù, chi di loro era il primo per Lui ..cercate la risposta di Gesù….
    Il purgatorio è necessario a tutti per appunto “purgarci/purificarci” perché anche se stiamo col rosario in mano tutto il giorno, nessuno può chiedere a Gesù, chi è appunto il primo.
    Del purgatorio ne abbiamo bisogno tutti. Poi sta a noi, meritare o no una permanenza più o meno lunga, in livelli di purgatorio più o meno lontani dall’inferno o vicini al paradiso.
    Il fatto che le messe a suffragio siano diventate dei business e come già detto qui, possono essere motivo di scontri per nulla cristiani quando uno crede che più paga, maggiormente ha diritto di più preghiere e messe esclusive a favore di un suo caro estinto, qui torniamo alla fragilità umana che si sa, può rispondere pure al vecchio proverbio: l’abito non fa il monaco. Perché per primi dovrebbero essere i sacerdoti ad evitare situazioni di questo tipo, anche non mettendo tariffe precise per le messe che fanno ricordando i defunti.
    Così come quando una coppia si sposa e come minimo di spende anche più di 100€ ” per matrimonio (ma qui si entra in un altro discorso, inerente al “potere temporale” che dalle prime origini della Chiesa, si è molto discostato dagli insegnamenti di Gesù!).
    Basta a mio avviso discernere le debolezze umane commesse dal Clero, per ” non gettare via il bambino con l’acqua sporca”, perché la realtà del purgatorio esiste, però, se è stata strumentalizzata appunto per il business delle messe di suffragio, il Padreterno non c’entra nulla, anche perché ci ha concesso il libero arbitrio.

    "Mi piace"

  14. Pinotto lei mi sembra un extraterrestre…questa mi mancava la genealogia delle religioni.ma l ha pensata da solo questa cavolata??quindi per lei uno che nasce induista passa tutta la sua vita nell illusione e poverino non sa che pure lui è. Cristiano…quindi se vero quello che dice lei Dio non sa dove nasce un bambino e quindi se nasce nella parte sbagliata del mondo vivrà una vita fatta di menzogna e falsità e quando muore scoprirà che la sua vita è stata tutta un errore per colpa del caso che l ha fatto nascere nell posto sbagliato dove credono in un’altra religione. E poi sono io presuntuoso se dico che il purgatorio é un invenzione storicamente provato..lei che si è inventato una sua religione non è. Presuntuoso??lei che pensa che la sua religione è quella giusta e quella di quattro miliardi di persone é quella sbagliata non si sente presuntuoso?o si sente illuminato?

    "Mi piace"

    1. Per me Pinotto ha detto infatti che non c’è da condannare chi non è cristiano. Per questo il purgatorio se lo fanno tutti, a prescindere della religione.
      Invece credere che non esista il purgatorio, si destina le anime o in paradiso o all’inferno, senza nessuna possibilità di potersi redimere.
      Perché di santi in terra, onestamente non so chi possano essere!
      Sempre a prescindere della religione professata.
      Secondo lei invece, Max, si va tutti schietti in paradiso e via? Ce lo auguriamo tutti…per carità di Dio! All’inferno chi ci va? Oppure non esiste nemmeno questo? Il paradiso, crede che esista o no? Sarebbe interessante capire qual è la prospettiva dell’aldilá di chi come lei, pensa che il purgatorio sia un falso storico. Grazie, perché aiuterebbe anche a me di capire visto che finché non arriva ” la nostra ora” nessuno qui lo può sapere per certo.

      "Mi piace"

      1. Grazie Rikki perché hai saputo spiegare meglio di come ho fatto io, ciò che intendo.
        Gentile Max, la mia percezione è proprio questa: senza il purgatorio per TUTTI, cattolici e non, le destinazioni sono due: per i santi subito in paradiso ma per tutti gli altri l’inferno!
        Poi, se hai contenuti con cui puoi motivare questa tesi che seguono in molti come fai tu, ti ringrazio perché onestamente non riesco a comprendere per mancanza delle informazioni che tu invece possiedi. Grazie!
        Poi, dire che siamo tutti fratelli in Cristo, non credo possa offendere nessuno. Se un mussulmano mi dicesse che io sono suo fratello in Maometto, non mi offenderei.
        La cosa importante è essere paragonati a personaggi illuminati per cui sono state fondate le religioni, indispensabili tutte per fare un cammino spirituale e di Fede nella vita terrena. Altrimenti ci si dimentica di possedere un anima;

        "Mi piace"

  15. A riki:non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire..quello che penso io sull aldilà non ha importanza..ma che esiste solo il paradiso e l inferno lo dice Gesù…almeno a lui vuoi credere??ti mando un link di un sito molto bello parla della parabola del ricco e il povero con relativa spiegazione se poi rimani delle tue convinzioni pazienza ognuno di noi ha i propri limiti..http://www.google.it/url?q=https://www.monasterodibose.it/preghiera/vangelo/10871-il-ricco-e-il-povero-lazzaro&sa=U&ved=0ahUKEwiQx5Owm5PeAhXHAcAKHRftDgIQFggRMAE&usg=AOvVaw3NNXwL9DDY_IdGf8_jSuQY

    "Mi piace"

  16. Santa Teresa d’Avila invita con i Suoi scritti, anche di ricorrere a S.Giuseppe.
    S.Giuseppe, si dice, sia un potente intercessore per le sante anime del Purgatorio se noi qui sulla Terra Lo preghiamo per Esse…

    "Mi piace"

  17. San Giuseppe glorioso, così benigno e compassionevole con tutti coloro che soffrono, guarda con affetto e soccorri con generosità le anime benedette del Purgatorio, particolarmente quelle dei miei parenti, amici e conoscenti, e quelle persone per le quali sono più obbligato a pregare.

    Tutte queste anime appartengono al numero degli eletti: sono anime predilette di Gesù e Maria, che desiderano vederli quanto prima il cielo.

    Oh, per pietà, mio Santo, non abbandonarle!

    Non volgere le spalle alle loro disgrazie.

    Esse, per caso, non amano svisceratamente di essere più amate dal tuo cuore?

    Per caso, non desiderano essere accompagnati nel concerto di lodi che dirigi all’Altissimo con i beati?

    Sì, esse meritano la tua protezione e i tuoi favori.

    E poichè il tuo potere ottiene di soccorerli, discendi, o benedetto San Giuseppe, nel luogo dei loro supplizi; consolali, allietali, fortificali, rompi e spezza le loro catene, e conducili in trionfo in Paradiso, dove possono lodare Dio per tutti i secoli. Amen.

    "Mi piace"

  18. “…mancanza di discernimento…” è ciò che ha stabilito Papa Francesco
    Penso anche che già la presenza di tantissime persone in quel luogo, permetta i miracoli, le conversioni e la vicinanza con Dio per ognuno dei fedeli.
    Penso anche che se tutti ci mettessimo insieme con Fede a pregare anche in qualsiasi luogo su questa Terra, si riuscirebbe a raggiungere gli stessi obiettivi.

    La sincera e sentita preghiera comunitaria è parte integrante di ogni miracolo.

    Quando andiamo a messa invece, siamo quasi tutti “spenti” cantando pure l’Alleluia come dei “nati stanchi”. Per il segno della pace, la maggioranza si rivolge solo a chi conosce ignorando le persone presenti in chiesa ma loro estranee.

    Ecco cosa fa la differenza: un vero Spirito di Comunione.

    Medjugorje ha fatto soprattutto questo miracolo: richiamare tutte le persone che ci vanno, riuscendo a creare con continuitá lo Spirito di Comunione da parte di tutti!

    "Mi piace"

  19. Per questo, anche la Chiesa nei secoli si è arricchita sulla pelle di tanti fedeli che, si può dire a rigore di logica in questo caso, in buona fede!

    Gesù non ha parlato di Chiesa come poi è stata realizzata, come “Potere Temporale”; negli insegnamenti di Gesù, ognuno con Fede nelle Sue parole può essere “strumento” dello Spirito Santo. Tutti possiamo (dobbiamo!) Benedire, confidarci con Dio per raccontarGli con cuore sincero e con la volontà di redimerci, i nostri peccati; possiamo Battezzare…e quant’altro…

    La gerarchia del Clero è il frutto di una presunzione dell’uomo (infatti le donne della Chiesa sono state relegate ai margini) e la conseguenza della fragilità (anche per ignoranza ) delle società del passato che hanno permesso ciò.

    Se studiamo le origini della Chiesa dal primo Papa, possiamo confrontarle con la Vita di Gesù sulla Terra: tutt’altre realtà una dall’altra, poichè iniseme,
    un vero ossimoro!

    Anche per questo la Chiesa oggi è in crisi; la società sta maturando, di conseguenza ha sempre maggiore necessità di cercare la verità in Dio e non nel Vaticano.

    Purtroppo, in questa ricerca di Fede mescoliamo gli errori dell’uomo con la Volontà Divina.
    Appunto perché siamo condizionati nel credere che per Volontà Divina è stato creato il Potere Temporale.

    “…se i preti commettono questi peccati, allora non credo più in Dio…”

    Come perdere il rispetto nei confronti di una famiglia, ovvero nei confronti di due genitori perchè hanno messo al mondo un figlio ingestibile!

    Non sempre le cause di figli ingestibili, sono dovute dai genitori.

    Così non è attribuibile la fragilità umana che ci porta pure a commettere del male, al nostro Creatore: Dio!

    Prendiamola per com’è: il Clero lo ha inventato l’uomo con tutti i suoi limiti; la Chiesa intesa da Gesù è tutt’altra cosa!

    Un ultimo malinteso o conseguenza di tutti i macelli concessi dal Potere Temporale o Chiesa degli uomini, è non credere più all’esistenza del Purgatorio, perché ritenuto come una credenza medioevale.
    Allora come credenza medioevale aggiungiamo che dobbiamo essere guidati da un Papa e dal resto della gerarchia ecclesiale e le donne, al massimo come suore possono solo servire questi uomini in quanto religiosi riconosciuti dal Vaticano.
    Non per niente si è fondato un movimento di suore, stanche di essere destinate a fare solo le colf nelle case di Cardinali, sacerdoti….ecc

    Il purgatorio è una delle realtà che appartengono veramente al Disegno di Dio per l’esistenza delle nostre anime, permettendoci così di raggiungerLo quando siamo purificati, come qui sulla Terra non si potrebbe mai!

    "Mi piace"

  20. Mi spieghi perché Cristo non ne fa menzione?anzi spiega in maniera chiara,che esistono solo due dimensione parallelamente opposti e sta al comportamento che si è tenuti in vita al quale siamo destinati per l eternità..e poi perché prima dell’XI secolo non ci sono ne visionari che l hanno visto e manco santi che si sono fatti un giretto..critichi tutto della chiesa Dell uomo, come la chiami tu,tranne l invenzione più grande..

    "Mi piace"

  21. Lo sa o no che per Cristianesimo non si intende solo quello organizzato dal Clero?

    Dire che esistono solo il paradiso e l’inferno, significa riuscire a “marcare stretto” le persone cioè i fedeli di questo tipo di Cristianesimo/Cattolicesimo.
    “Se vi comportate come diciamo NOI, andrete sicuramente al paradiso; altrimenti tutti all’inferno!”
    Aggiungiamo che tutti noi nella vita terrena non nasciamo con le stesse opportunità.
    C’è chi vive in una situazione molto svantaggiata a causa di seri problemi di salute (potrebbe a ragion veduta pure arrabbiarsi con il destino e pure con Dio; hai voglia tu di ribadire che così santifica la sua anima!) oppure, nasce in un ambiente sociale degradato. C’è pure chi non è mai stato amato sin da bambino (cronache di bambini maltrattati e abusati sono l’ordine del giorno) e quanto possiamo tristemente immaginare.
    Invece c’è chi ha la fortuna di nascere in una famiglia che lo ama, protegge, …dove riceve solo esempi positivi, ecc…
    Nel primo caso, uno che ha solo patito poi inizia a “riscattarsi” restituendo anche ad innocenti (come è stato lui) il male che ha subito e non crede in un Dio buono, misericordioso, ecc..
    Nel secondo invece, uno si realizza nella vita, restituisce il bene che ha avuto la fortuna di ricevere sin dal suo concepimento e per esempio, decide di dedicarsi con una professione o con il volontariato a coloro che soffrono, riuscendo a credere in un Dio buono e misericordioso .
    I “conti si fanno subito”: nel primo caso uno è condannato all’inferno e nel secondo al paradiso.
    Anzi, il secondo, pure lo santificheranno perché nella vita si è sempre distinto per la sua vita irreprensibile e per la sua Fede, proviene da un ambiente sano, cresciuto in una buona famiglia, ecc…

    Sappiamo veramente quanto siamo pronti per arrivare dritti, dritti al paradiso, perchè appunto seguiamo tutte le regole, per un buon cristiano, come insegna la Chiesa dell’uomo?

    Come ho prima premesso, Gesù è in tutti coloro che Credono in Lui e non solo avviene attraverso la Chiesa cattolica.

    Alcune “correnti” di Cristianesimo, ci offrono maggiomente spunti di riflessione sull’attendibilità riguardo quanto ci arriva dal Cielo e quanto invece dagli uomini.

    Poi ognuno, è comunque libero a pensarla o meglio, a Credere come vuole 😉

    "Mi piace"

  22. “…non c’indurre in tentazione…”
    Portandole rispetto, non intendo “ascoltare” ciò che in un primo istante, senza mediare con la ragione, lei può stimolare nelle persone. Non intendo nemmeno avviare un “braccio di ferro” con lei, anche perché ” le crociate” per i cristiani, WDio hanno fatto il loro tempo. Ora ci stanno passando gli estremisti islamici a ripercorrere gli stessi errori (orrori!) commessi nel passato dalla Chiesa degli uomini, con le “guerre sante in nome di Dio”! 😦
    Sicuramente per tutta la Fede che lei sta dimostrando sarà premiato e fra 1000 anni quando arriverà il suo momento, meriterà il paradiso.
    Dovrà comunque in quel luogo di pace, di amore e di armonia, adattarsi a stati d’animo più conciliabili e attinenti a quel mondo e dimensione
    Che Dio la benedica 🙂

    "Mi piace"

  23. Alle persone intelligenti stimolo la voglia di informarsi…agli ottusi può essere che stia su i nervi…cmq tutto questo per non avere la risposta alla mia domanda..

    "Mi piace"

  24. Il Purgatorio è solo un’invenzione del Medioevo? Decisamente, no – Aleteia
    https://it.aleteia.org › 2017/06/01
    1 giu 2017 · Quando è nata la credenza nel Purgatorio? È radicata nella tradizione della Chiesa, nella fede tramandata …

    Come vede ci sono documentazioni che parlano del purgatorio come passaggio veritiero; come esistono altre che invece lo negano.

    Quindi ce n’è per tutti e non per i più intelligenti una verità ma per gli ottusi un’altra

    Se fosse vero che non esistesse, non so quanto un temperamento “fumino” sarebbe adatto al paradiso.

    Nessuno è cosi perfetto in questo mondo, da essere immediatamente compatibile con un’aldilà assieme agli Angeli di Nostro Signore!

    "Mi piace"

    1. IL PURGATORIO
      Tratto da: “La vera via del Cristianesimo” di P. Giuseppe Da Corlo

      1. Il giudizio subito dopo la morte

      La Sacra Scrittura ci dice: “E’ stabilito che gli uomini muoiano una volta sola, dopo di che viene il giudizio” (Ebrei 9, 27). L’uomo, responsabile di tutte le sue azioni, dovrà presentarsi al tribunale di Dio, giu-sto giudice, il quale darà a ciascuno secondo le sue opere (Romani 2, 6).

      Subito dopo la morte di ogni uomo ci sarà il giudi-zio di Dio. Ce lo ha detto chiaramente anche Gesù nella parabola del ricco e del povero Lazzaro: ” Il povero morì e fu portato dagli Angeli nel seno di Abramo (cioè in Paradiso); morì anche il ricco e fu sepolto. Stando nell’Inferno tra i tormenti… (Luca 16, 22). Gesù stesso assicurò il buon ladrone, agonizzante come Lui sulla croce, che lo avrebbe portato con Sè in Paradiso quello stesso giorno (Luca 23,43).

      Oltre al giudizio subito dopo la morte, la Sacra Scrittura insegna l’esistenza del Purgatorio indiretta-mente, ammettendo la possibilità di una purificazione nell’aldilà.

      2. Il Purgatorio nel Vecchio Testamento

      Infatti, secondo il libro biblico 2 Maccabei 12, 38-46 gli Ebrei pregarono per i loro caduti, sul cui corpo erano stati trovati oggetti consacrati agli idoli, perchè il Signore perdonasse il loro peccato; poi mandarono a Gerusalemme duemila monete d’argento perchè fosse offerto un sacrificio espiatorio.

      Essi erano dunque convinti di poter liberare i defun-ti dai loro peccati mediante preghiere e sacrifici. La Sacra Scrittura approva tale comportamento. Dice infatti: “Egli (Giuda Maccabeo) compì un’azione molto buona e nobile… e la sua considerazione era santa e devota. Perciò fece offrire un sacrificio espiato-rio per i morti perchè essi fossero assolti dal loro pec-cato” (2 Maccabei 12, 42-46).

      E’ fuori dubbio che qui si tratta di individui morti con sentimenti di pietà religiosa e nell’amicizia di Dio. Per conseguenza venivano a trovarsi non all’Inferno e neppure – a causa del peccato commesso – in Paradiso, ma in un luogo di espiazione, cioè in Purgatorio, altri-menti non avrebbero potuto “essere sciolti dai loro peccati”.

      Da questo brano della Bibbia risulta che gli Ebrei ed i Sacerdoti di Gerusalemme che dovevano compiere questi sacrifici, credevano nel Purgatorio e nella possi-bilità di aiutare le anime purganti; risulta pure che Dio approva la fede e la pia pratica degli Ebrei, perchè la Bibbia qualifica quell’azione come ” azione molto buona ē nobile ” (1).

      Nota: (1) Poichè il libro biblico dei Maccabei insegna chiara-mente l’esistenza del Purgatorio e la possibilità che abbiamo di aiutare le anime del purgatorio con sacrifici e preghiere, i protestanti lo rifiutano come libro ispirato da Dio. Infatti nelle loro Bibbie non c’è. Eppure il libro dei Maccabei viene citato (e quindi riconosciuto come ispirato da Dio) da Ebrei 11,35 e addirittura dal vangelo di Giovanni (Giovanni 10,22).

      3. II Purgatorio nel Nuovo Testamento

      Gesù stesso, anche se non ha usato la parola “purga-torio” (che vuol dire luogo o stato di purificazione), ci ha parlato di esso. Disse una volta: “La bestemmia contro lo Spirito Santo non sarà perdonata né in que-sto mondo né in quello futuro” (Matteo 12, 32). Queste parole di Gesù fanno intendere chiaramente che esiste la possibilità di perdono di certi peccati anche dopo la morte. Evidentemente non possono essere per-donati nell’altra vita i peccati mortali che meritano la condanna eterna. Si tratta dunque dei peccati veniali, non ancora perdonati e della pena non ancora scontata dovuta ai peccati mortali perdonati.

      Ciò non può avvenire nell’Inferno, dove non c’è perdono; non può avvenire in Paradiso, dove non si può entrare col peccato; quindi avviene in Purgatorio.

      Ancora: Gesù ha detto: “Nel giorno del giudizio gli uomini daranno conto anche di una parola oziosa” (Matteo 12,36). Naturalmente Dio non può mandare all’Inferno un uomo per una parola oziosa; lo manderà in Purgatorio. Lo stesso san Paolo, pur non usando la parola “Purgatorio”, indica in modo assai chiaro il con-cetto che con tale parola si vuole significare. Infatti parlando di chi opera per vanità dice: “La sua opera prenderà fuoco, ne soffrirà danno, però egli si salverà, ma come attraverso il fuoco” (1 Corinzi 3,15).

      Del resto la nostra stessa ragione esige l’esistenza del Purgatorio perchè è evidente per tutti che la mag-gioranza degli uomini non è tanto cattiva da meritare l’Inferno, né tanto buona da meritare il Paradiso. Dunque deve esistere il Purgatorio dove le anime si purificano prima di essere ammesse alla felicità eterna.

      L’esistenza del Purgatorio si deduce anche dalla santità e dalla giustizia di Dio. La santità di Dio esige che siano accolte in Paradiso soltanto anime totalmente pure (“Niente di impuro entrerà in Cielo” dice, infatti, Apocalisse 21, 27). La giustizia di Dio esige che siano espiate le colpe che non si sono espiate sulla terra da parte di quelle anime che non meritano l’Inferno.

      Bisogna dunque ammettere uno stato intermedio tra il Paradiso e l’Inferno (il Purgatorio, appunto) che ha per fine la purificazione definitiva delle anime ed è, pertanto, temporaneo; non è eterno come il Paradiso e l’Inferno.

      I protestanti sono convinti che per essere ammessi al Paradiso basti aderire mediante la fede a Cristo, per-chè a soddisfare per i peccati di tutto il mondo ha prov-veduto con sovrabbondanza Cristo col sacrificio della Croce.

      Anche la Chiesa cattolica sa bene che il Sangue di Gesù ci purifica da ogni peccato (1 Giovanni 1,7). Ma sa pure che i meriti infiniti di Gesù, perchè siano frut-tosi per l’individuo, devono essere accettati e fatti pro-pri con la fede e con le opere buone. Gesù risponde al giovane ricco: “Se vuoi avere la vita eterna, osserva i Comandamenti” (Matteo 19, 16-19) non disse: “Abbi la fede e ciò basterà” (vedi il cap. VIII la Giustificazione).

      Cioè è stabilito che anche noi, insieme con Cristo, dobbiamo collaborare alla nostra salvezza. In ciò san Paolo è molto chiaro: “Adempio in me ciò che manca (perchè porti frutto) alla Passione di Cristo” (Colossesi 1,24). E che cosa manca alla Passione di Cristo? Non certo l’efficacia di soddisfare essendo essa di valore infinito, ma manca l’applicazione al cristiano singolo, cosa che non può essere realizzata senza la sua libera accettazione e senza la sua personale collaborazione, proprio secondo il detto di sant’Agostino: “Chi ti ha creato senza di te, non ti salva senza di te”.

      Se dunque qualcuno – pur trovato alla morte degno del Paradiso – non ha espiato completamente i propri peccati, dovrà compiere questa espiazione in Purgatorio e ciò pur avendo Gesù soddisfatto abbon-dantemente per i peccati del genere umano.

      Questo luogo di espiazione non solo non svalora il sacrificio della Croce, ma costituisce una prova eviden-te della potenza del Sangue prezioso di Gesù, perchè in questo modo la misericordia di Dio dà alle anime, non interamente purificate, la possibilità di purificarsi, espiando dopo la morte le colpe che non hanno avuto tempo o modo di espiare del tutto durante la loro vita.

      "Mi piace"

      1. Per la Divina Commedia mi sto organizzando 😀

        Visto che le risposte precedenti non erano sufficienti, visto poi che giustamente uno deve riportare argomenti attendibili …beh, c’è stato un pochino d’impegno da parte mia 😉

        "Mi piace"

  25. Vedo che hai studiato!brava! Allora ho stimolato la sua voglia di approfondimento😁 cmq sono cose che già sapevo. il vero purgatorio é questo forum. Menomale che ci sono io che metto un po’ di sale😉

    "Mi piace"

  26. Io ci sono appena stato e, mi spiace dirlo, se delle persone che fanno delle “cose da pazzi” provocano conversioni forse, visto il calo di popolarità del Papa e della Chiesa nonostante l’accomodamento a qualunque istanza, c’è un po’ di invidia che serpeggia! O forse è perché le conversioni ricadono sotto la voce “proselitismo”,tanto aborrita in questo pontificato…

    "Mi piace"

  27. Ma che stai a dì? È stato accertato che, dopo l’elezione di Papa Bergoglio al soglio di Pietro, il “turismo religioso” nella città di Roma ha registrato un incremento del 10%. Mantenuto a tutt’oggi. Il Pontefice è dunque amato, è senz’altro possibile affermare che sia avversato dai cattolici “tradizionalisti” che non riferiscono certe “aperture ” e, chiaramente, dai sostenitori di Medjugorje. Da un sondaggio risulta che se dovessero scegliere tra il Papa e Medjugorje, sceglierebbero…Medjugorje. Diventando così “scismatici”, che è poi quello che desidera satana….

    "Mi piace"

    1. Forse il cosiddetto ” effetto Bergoglio” c’era agli inizi ed era effettivamente eclatante ma si è già smorzato. Se continui a leggere le statistiche del 2013…
      Inoltre se c’ è un posto in cui si prega ( e tanto!) per il papa è proprio Medugorje!
      Infine, riguardo alla categorizzazione progressisti-tradizionalisti: ho visto tradizionalisti diventare progressisti perché il vento è cambiato,ma nessun progressista diventare tradizionalista, neanche ai tempi di Giovanni Paolo II o Benedetto XVI, e tutto questo perché,

      "Mi piace"

      1. Non è così. Questo Pontefice (spero anche il tuo), continua ad essere amato. È avversato da una minoranza agguerrita e, ovviamente, dai fanatici di Medjugorje. È un pontefice coraggioso e sicuramente illuminato, basterebbe solo ascoltarlo per rendersene conto.

        "Mi piace"

  28. Certo che a Medjugorje, dove la Madonna, “la donna del silenzio”, è sempre “dietro l’angolo” pronta a “messaggiare”, la fede è incentivata e si prega con gioia.
    È sicuramente più difficile pregare in una fredda Chiesa romana dinanzi al SILENZIOSO crocifisso insanguinato e frequentata solo da poche vecchiette…

    "Mi piace"

    1. Oltretutto, Vicka, ha invitato tutti a recarsi a Medjugorje anziché a Lourdes, perché a Medjugorje la Vergine è presente, mentre a Lourdes, è stata. Esiste registrazione della stazione radio maria di questa frase.
      Basterebbe questa inopinati scivolata della “veggente” per capire quanto sia fraudolento quel fenomeno, stigmatizzato sin dall’origine dal Vescovo Zanic.

      "Mi piace"

  29. Riguardo le chiese dove troviamo “solo 2 vecchiette”, personalmente il mio problema è tutt’altro quando ho necessità di entrare in una chiesa per raccogliermi veramente “in santa pace”! Le chiese, per alcuni aspetti è giusto che diventino luoghi di aggregazione soprattutto per le persone anziane che, a differenza dei più giovani (non necessariamente intendo solo i ragazzini, anche adulti non “in lá” con gli anni) con maggiore comodità frequentano la parrocchia del rione dove vivono, per incontrare qualche amico. Però, nelle nostre chiese (almeno qui in Italia) è sempre impossibile appunto entrare in una chiesa, quando non c’è messa, per pregare un’Ave Maria o per meditare un po’, perché appunto sembra di entrare in un circolo anziani con le signore (pure i signori maschi) che praticano “l’arte della chiacchera” ; quindi, questi luoghi sono tutto tranne che luoghi di preghiera…
    Il silenzio che c’è in chiese o templi di altre religioni, noi cattolici purtroppo dobbiamo scordarcelo.
    A volte per esempio in un tempio buddista, si ha più voglia di pregare o di fare un dialogo interiore con Gesù, perché nessuno ci interrompe o disturba!

    Riguardo l’invito di andare a Medjugorje invece che a Lourdes, allora a questo punto anche non andare a Fatima o in altri luoghi di culto per noi di fede cattolica e spero vivamente non sia vero!
    Dio è in ognuno di noi; Egli è “il Soggetto principale” e non dovrebbero esserci invece ” luoghi o il veggenti” che antepongano il nostro intimo e naturale contatto che appunto abbiamo tutti con Dio e la Grande Madre Celeste.

    Però siamo ancora all’A B C, poiché necessitiamo per es. di statue anche per interagire con tutto ciò che appartiene al Divino (statue di Gesù, di Maria o dei Santi) o di fenomeni straordinari come appunto avvengono in luoghi come a Medjugorje (sole e Luna che “danzano” nel cielo, ecc).
    Mi chiedo invece quanti miracoli sono pure successi personalmente a noi e ad altra tanta gente, grazie ad un abbandono a Dio molto intimo e personale, magari pregando da soli a casa, ma senza le manifestazioni “spettacolari”. Nemmeno ci accorgiamo di essere stati ascoltati e di aver ricevuto la Grazia e magari attribuiamo il superamento di alcune nostre difficoltà, perché siamo stati solo fortunati! Però, se siamo stati a Medjugorje invece, siamo stati miracolati!

    "Mi piace"

  30. Sono arrivata ad una conclusione, almeno credo…
    Mi sono tornati in mente i primi periodi in cui ho intrapreso il cammino di conversione. Sempre stata di fede cattolica ma come può accadere a tutti, per diversi anni trascurando questa parte di me.
    Riavvicinata alla preghiera, ecc…ero anche attratta dai fenomeni o manifestazioni, come i messaggi della Madonna di Medjugorje perché per me, allora, sortivano un certo “effetto”.
    Lo stesso che fa risvegliare la memoria dell’anima, di tutti coloro che nei luoghi Mariani ritrovano la Fede.
    Può accadere infatti anche a Lourdes, a Fatima, nei gruppi carismatici di preghiera, ecc…
    Se tutti noi in ogni comune chiesa, si partecipasse alla messa con le stesse aspettative e gli stessi sentimenti che dimostrano le persone a Medjugorje, non si avrebbero bisogno delle apparizioni della Madonna.
    Invece a messa si va con l’entusiasmo di un bambino quando va a scuola, sapendo che dovrà stare seduto e fermo per tutta la mattinata.
    Sta in pratica a noi tutti permettere che i miracoli o comunque, i contatti così intensi col Divino, possano accadere ovunque.
    Anche nel soggiorno di casa nostra, quando preghiamo da soli o in compagnia.
    Ora, non ricordo nei dettagli, ma c’è un passo del Vangelo che appunto ricorda queste parole di Gesù:” …Io ci sono tra voi ogni qual volta si radunano più persone per pregare…ecc”
    Non dice invece che Lui c’è solo grazie alle apparizioni sulla Terra, di Sua Madre …
    Le parole della Madonna sempre molto semplici e ripetute, servono appunto per risvegliare la Fede di più persone.

    Penso quindi che finché ci sarà bisogno, avverranno queste apparizioni appunto per continuare a risvegliare le Anime.

    Anche se a Medjugorje, onestamente non so quanti messaggi siano reali, seppure in buona Fede da parte dei veggenti; oppure siano loro proiezioni mentali oramai attivate nelle loro menti (si sa che la mente:mente) visto il ruolo che hanno assunto: portatori di messaggi dal Divino.

    Se però, riescono a risvegliare sempre più Anime, ben venga.

    Poi però penso che dopo l’inizio del risveglio anche grazie alle apparizioni mariane, si debba andare oltre per continuare a vivere una Fede più matura e non legata a questi fenomeni. Altrimenti per noi fedeli le apparizioni diventano delle “stampelle” che non vogliamo più lasciare per camminare autonomi verso Dio.

    A Lourdes e a Fatima, per esempio, pure in tutti i santuari, monasteri, chiese, ecc…possiamo continuare a vivere un dialogo più intimo e personale con Dio, anche con la preghiera comunitaria.

    "Mi piace"

Rispondi a Alex Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: