“PRIMA O POI I MUSULMANI CI STERMINERANNO TUTTI E L’ISLAM SCHIACCERÀ TUTTA LA TERRA”. LA PROFEZIA SHOCK DI CHARLES DE FOUCAULD, IL “VOLTO UMANO DI DIO” CHE PRESTO DIVENTERÀ SANTO

Charles de Foucauld, il “fratello universale” diventerà santo. Lo ha deciso il Papa che ne ha autorizzato il relativo decreto di canonizzazione.

Personalmente di questo uomo di Dio, so molto poco. È stato per i primi trent’anni, un uomo gaudente, “salottiero” e sensibile al fascino femminile. Uomo in divisa, ottimo ufficiale, perfino un eccellente esploratore negli anni che passa tra Algeria e Marocco. Poi, la sua conversione: da solo nel deserto trova Cristo e si consacra a lui. Diventa sacerdote.

Trascorre 13 anni nel villaggio tuareg di Tamanrasset (Algeria). Qui fonda un eremo cercando una vita conforme allo “stile di Nazaret“, basata sulla preghiera, sul silenzio, sul lavoro manuale e l’assistenza ai poveri. Prega 11 ore al giorno. Muore in modo drammatico il primo dicembre 1916, quando la sua casa, sempre aperta a ogni incontro, viene saccheggiata da predoni e “Carlo di Gesù“, questo il suo nuovo nome, finisce ucciso per il “tesoro” di cui sempre parlava, che in realtà era Cristo nel tabernacolo.

Muore così il santo della fratellanza universale.

Ma quello che più mi interessa è la sua profezia sul mondo musulmano. Una profezia che mi sembra molto attuale e non proprio incoraggiante soprattutto perché l’autore è appunto uno che i musulmani li conosceva profondamente.

Ve la propongo per intero e senza commenti:

Ritengo che se, lentamente, dolcemente, i musulmani del nostro impero coloniale del Nord Africa non si convertono, sorgerà un movimento nazionalista simile a quello della Turchia. Si formerà un’élite intellettuale nelle grandi città, educata in Francia, ma senza lo spirito né il cuore francese, un’élite che avrà perso la fede islamica, ma che ne conserverà il nome per influenzare attraverso di essa le masse.

Non si tratta di convertirli in un giorno, né tanto meno con la forza, ma dolcemente, in silenzio, con la persuasione, l’esempio, la buona educazione e l’istruzione, attraverso un contatto stretto e affettuoso. Questo è un lavoro soprattutto per i laici, che possono avere con i musulmani dei contatti assai più numerosi e più intimi che non i preti.

I musulmani possono diventare dei veri francesi? Eccezionalmente sì, ma in generale no. Molti dogmi fondamentali dell’islam si oppongono ai nostri principi. Con alcuni, e penso ai musulmani liberali che hanno ormai perso la fede, ci sono accomodazioni possibili. Ma con altri, e mi riferisco a coloro che aspettano il Madhì, non v’è nessuna possibilità di accordo. Escludendo i liberali, i musulmani credono che, giungendo i tempi del Giudizio Universale, verrà il Madhì che proclamerà una guerra santa per stabilire l’islam su tutta la terra, dopo aver sterminato o soggiogato tutti i non-musulmani.

Secondo la loro fede, i musulmani ritengono l’islam come la loro vera casa e i popoli non-musulmani come destinati a essere sopraffatti da loro o dai loro discendenti. Considerano la sottomissione a una nazione non-musulmana come una situazione transitoria. La loro fede li assicura che usciranno vincitori da questo scontro con gli europei che oggi li dominano.

Loro possono preferire un Paese a un altro, come preferiscono la Francia alla Germania perché ci ritengono più miti; possono intrecciare amicizie con tale o tal’altro francese; possono combattere con grande coraggio per la Francia, per sentimento o per onore; possono dimostrare spirito guerriero, fedeltà alla parola, come d’altronde i mercenari dei secoli XVI e XVII. Ma, di norma, esclusa qualche eccezione, finché saranno musulmani, non saranno dei veri francesi. Aspetteranno con più o meno pazienza il giorno del Madhì, quando allora attaccheranno la Francia.

(Lettera Charles de Foucauld a René Bazin, dell’Accademia Francese, 29 luglio 1916)

Forse anche questo argomento potrebbe essere contenuto nei famosi dieci segreti di Medjugorje di cui parla anche il  Dossier Medjugorje – stilato dalla Commissione Internazionale d’inchiesta guidata dal Cardinale Camillo Ruini – che ho pubblicato recentemente in versione cartacea e anche in versione Kindle.

Per saperne di più iscriviti al mio canale Youtube.

©David Murgia

 

SOSTIENI IL BLOG SEGNO DI GIONA

Se puoi, fai una donazione per sostenere l’informazione libera e indipendente. Sostieni questo Blog. Sostieni Il Segno di Giona: OFFERTA LIBERA IBAN: IT14T36000032000CA005372161

€5,00

Una risposta a "“PRIMA O POI I MUSULMANI CI STERMINERANNO TUTTI E L’ISLAM SCHIACCERÀ TUTTA LA TERRA”. LA PROFEZIA SHOCK DI CHARLES DE FOUCAULD, IL “VOLTO UMANO DI DIO” CHE PRESTO DIVENTERÀ SANTO"

Add yours

  1. I mussulmani, tutti, aspettano la Jihad : è quello che si insegna nelle moschee in modo più o meno recondito, e quando sarà proclamata, ogni “buon mussulmano” dovrà scannare l’infedele o l’apostata. Il daesh o ISIS, nella propria auto-proclamata Jihad, ha palesato in scala ridotta quello che comporta la guerra santa.
    Quando, in Europa, i mussulmani costituiranno almeno il 50% della popolazione, è probabile che si verificherà la profezia sucitata, poiché per i maomettani è inconcepibile la sussistenza dello Stato laico.

    "Mi piace"

Rispondi a Berto Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: