Quello che è accaduto ad Amsterdam (Olanda) tra il 1945 e il 1959 alla sedicente veggente  Ida Peerdeman non è di origine sovrannaturale e pertanto i fedeli non devono prestare venerazione alla cosiddetta Signora  di tutti i Popoli. Le cinquantasei presunte apparizioni della Madonna a questa donna che si sarebbero verificate sono dunque false.

Lo rivela una lettera che pubblichiamo interamente (del 20 luglio scorso, Prot. N. 2353/20) indirizzata al cardinale Béchara Boutros Raï – patriarca di Antiochia dei Maroniti  – che chiarisce, tramite la nunziatura libanese, quale è la posizione della Santa Sede su questo fenomeno.

madonna di tutti i popoli documento

E il giudizio espresso dalla Congregazione della Dottrina della Fede lascia senza parole. L’ex Sant’Uffizio infatti ha puntualizzato che il giudizio della chiesa resta quello (negativo) pubblicato dalla Diocesi di Amsterdam il 25 maggio 1974 in cui si afferma – dopo un opportuno studio – che non constava della soprannaturalità delle apparizioni”. “Pertanto – si legge nella lettera della Nunziatura vaticana – i fedeli sono invitati a ‘cessare qualsiasi propaganda circa le pretese apparizioni e rivelazioni della Signora di tutti i popoli ed esortati a esprimere la loro devozione verso al Vergine Santissima, Regina dell’Universo con forme riconosciute e raccomandate dalla Chiesa”.

Quindi, il giudizio negativo della Chiesa non è cambiato. Nemmeno dopo l’interessamento della Conferenza Episcopale Filippina a cui la Congregazione per la Dottrina della Fede aveva risposto sempre negativamente il 20 maggio 2005.

Per questo l’ex Sant’Uffizio “è del parere che non sia conveniente contribuire alla divulgazione della venerazione di Maria come ‘Signora di tutti i Popoli’”.

Le apparizioni di Amsterdam sono molto conosciute perché la Madonna avrebbe rivelato alla veggente che il piano di salvezza preparato da Dio per il mondo, si sarebbe realizzato tramite la Madonna. Per questo Maria le avrebbe dato un’immagine e una preghiera. L’’immagine raffigura la Madre di Cristo, con la croce alle spalle e con i piedi poggiati sul globo terrestre, circondato da un gregge di pecore, simbolo dei popoli di tutto il mondo che, secondo il messaggio, avrebbero trovato la pace solo volgendo lo sguardo alla croce.

Questa immagine della Madonna – per alcuni – presenta moltissime similitudini (globo sotto i piedi, raggi di luce dalle mani verso il basso) con quella apparsa a Caterina Labouré nel 1830 e nella stessa apparizione richiesta da Maria per essere raffigurata sulla medaglia miracolosa.

Il mio ultimo libro è “Rapporto su Medjugorje”, cioè il documento segreto pontificio – redatto dalla Commissione Internazionale – che ho pubblicato per la prima volta in assoluto in versione cartacea e anche in versione Kindle.

Per saperne di più iscriviti al mio canale Youtube.

©David Murgia

SOSTIENI IL BLOG SEGNO DI GIONA

Se puoi, fai una donazione per sostenere l’informazione libera e indipendente. Sostieni questo Blog. Sostieni Il Segno di Giona: OFFERTA LIBERA IBAN: IT14T36000032000CA005372161

€5,00