“UNA CHIESA SCISMATICA MINACCIA I NOSTRI FEDELI”. L’ALLARME DELLA DIOCESI DI CEFALÙ: “NON PARTECIPATE AI LORO RITI. RISCHIATE LA SCOMUNICA”

Cosa sta succedendo nel piccolo comune di Castelbuono (provincia di Palermo)? Agli 8348 abitanti di questa cittadina siciliana, infatti, è stato comunicato loro un particolare avviso della diocesi di Cefalù.

Il vescovo, Mons. Giuseppe Marciante, ha lanciato – qualche settimana fa – l’allarme sulla presenza di alcuni esponenti della “Inclusive Anglican Episcopal Church” nel territorio del Comune madonita “giuridicamente e formalmente non legata ad alcuna confessione riconosciuta a livello ecumenico, determinando tra i Fedeli stupore e disorientamento anche per l’uso di vesti e riti liturgici del tutto simili a quelli della Chiesa Cattolica”.

Per questo il vescovo precisa che: “Le ordinazioni conferite nella ‘Inclusive Anglican Episcopal Church’ sono invalide e illecite, in particolare l’ordinazione episcopale conferita senza mandato pontificio, a norma del can. 1382 del Codice di Diritto Canonico”.

E poi “i sacramenti celebrati da ministri non lecitamente e validamente ordinati non hanno alcun valore e coloro che attentano alla celebrazione degli stessi incorrono nella scomunica latae sententiae a norma del can. 1378 del Codice di Diritto Canonico”.

Per questo il vescovo ribadisce che “i legittimi Parroci sono: Mons. Francesco Casamento (Parrocchia Natività di Maria Vergine), Mons. Giuseppe Vacca (Parrocchia Maria Santissima Assunta) e Don Marcello Franco (Parrocchia Sant’Antonino Martire)”.

E che coloro che partecipano a una “qualsiasi liturgia tenuta da organizzazioni come la ‘Inclusive Anglican Episcopal Church’ e nella comunità ‘Divino Amore’ in Castelbuono, si pongono di fatto su un’altra strada che esclude la comunione con la Chiesa Cattolica e con la Fede Apostolica”.

La “Inclusive Anglican Episcopal Church” ha fatto molto parlare di sé soprattutto per l’ordinazione di un vescovo donna.

Inoltre, sempre sul massiccio montuoso delle Madonie si verificherebbero presunte apparizioni di San Michele ad un ragazzo siciliano di nome Salvo Valenti.

Il mio ultimo libro – che tratta di apparizioni e false chiese – è   Dossier Medjugorje e contiene il documento segreto stilato dalla Commissione Internazionale d’inchiesta guidata dal Cardinale Camillo Ruini. Ho deciso di pubblicarlo recentemente in versione cartacea e anche in versione Kindle.

Per saperne di più iscriviti al mio canale Youtube.

©David Murgia

SOSTIENI IL SEGNO DI GIONA

SE SEI UN LETTORE DE IL SEGNO DI GIONA E SE TI PIACE QUESTO BLOG SOSTIENILO. IL TUO AIUTO È IMPORTANTE. FAI UNA DONAZIONE IBAN: IT97Q0364601600526213289016 BIC: NTSBITM1XXX BENEFICIARIO: DAVID MURGIA CAUSALE: DONAZIONE VOLONTARIA PER BLOG IL SEGNO DI GIONA

5,00 €

Una risposta a "“UNA CHIESA SCISMATICA MINACCIA I NOSTRI FEDELI”. L’ALLARME DELLA DIOCESI DI CEFALÙ: “NON PARTECIPATE AI LORO RITI. RISCHIATE LA SCOMUNICA”"

Add yours

  1. E perché si rischia la scomunica? … Papa Francesco disse che Lutero era un grande riformatore,e se non sbaglio il Pontefice è in buoni rapporti con i protestanti e anglicani… … quando fa’ comodo si esalta l’ecumenismo,invece quando si rischia di perdere offerte e fedeli,si torna alla chiesa preconciliare??

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: