VERONA, SOPPRESSA COMUNITÀ RELIGIOSA FONDATA DAL MEDICO “VENERABILE”. CHIUSA LA SEDE DI MEDJUGORJE

Strana storia: il Vaticano ha soppresso in questi giorni la comunità religiosa Regina Pacis di Verona, nata da una ispirazione del fondatore avvenuta a Medjugorje. Il punto è che mentre da una parte la Santa Sede sopprime questa comunità dall’altra dichiara venerabile il fondatore.

Lui si chiama Alessandro Nottegar, veronese, sposato con Luisa Scipionato (dal 1971 fino alla morte, avvenuta per un infarto nel 1986), padre di tre figlie, medico e missionario.

Nel 2017 Papa Francesco ha riconosciuto le sue virtù eroiche e ha dato il via al suo processo canonico per la canonizzazione.

La comunità Regina Pacis  – che fino a un anno fa aveva una sede anche a Medjugorje e che ora è stata chiusa sembra per covid –  è stato fondata nel 1986. Il suo carisma era di essere  comunità di preghiera ed evangelizzazione.

Vi facevano parte sacerdoti, religiosi e religiose e soprattutto tante famiglie.

La comunità era stata riconosciuta dal vescovo di Verona.  E 35 anni dopo la congregazione vaticana per i religiosi ha decretato la sua soppressione per mancanza di “originalità e affidabilità del carisma originario“, oltre che per una “scarsa coerenza dei testi ispirativi, specialmente nel campo ecclesiologico e nella formazione dell’associazione.”

Personalmente non ho capito bene di cosa si tratta però per la Santa Sede questi sono motivi sufficienti per chiudere la comunità religiosa.

Il decreto vaticano di soppressione è datato 24 luglio 2021.

Ad informare i fedeli è stato un comunicato del vescovo di Verona di qualche giorno fa.

“Tale dolorosa decisione – scrive mons. Giuseppe Zenti – è giunta dopo un tempo congruo in cui è stato possibile, da parte dei visitatori prima e dei commissari poi, un ascolto della realtà e delle persone coinvolte sia ancora presenti come di quelle uscite dalla comunità stessa“.

Il prelato poi  sottolinea come ci siano state “carenze istituzionali, soprattutto nel governo”. E si conclude prendendo atto che “l’associazione Comunità Regina Pacis non mostra di aver acquisito una maturità carismatico-istituzionale che possa assicurare un sano sviluppo per il futuro”. 

La comunità Regina Pacis è stata commissariata, dopo una “visita canonica” svolta dalla Chiesa di Verona quattro anni fa. Poi la questione è passata in mano alla Santa Sede, che ha nominato come “commissaria pontificia”, con l’incarico di approfondire l’indagine, suor Marisa Adami, delle Sorelle della Sacra Famiglia. Coadiuvata dal canossiano padre Amedeo Cencini, intervenuto come commissario anche per la curiosa faccenda di Enzo Bianchi.

Vi consiglio il mio ultimo volume su Medjugorje che raccoglie materiale stilato dalla Pontificia Commissione Internazionale – guidata dal cardinale Camillo Ruini – che ha indagato su fenomeni straordinari pubblicato in versione cartacea e anche in versione Kindle.

Per saperne di più iscriviti al mio canale Youtube.

©David Murgia

SOSTIENI IL SEGNO DI GIONA

SE SEI UN LETTORE DE IL SEGNO DI GIONA E SE TI PIACE QUESTO BLOG SOSTIENILO. IL TUO AIUTO È IMPORTANTE. FAI UNA DONAZIONE IBAN: IT97Q0364601600526213289016 BIC: NTSBITM1XXX BENEFICIARIO: DAVID MURGIA CAUSALE: DONAZIONE VOLONTARIA PER BLOG IL SEGNO DI GIONA

5,00 €

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: