CREDE AL DIAVOLO, NELLA FAMIGLIA TRADIZIONALE E NELLA TECNOLOGIA. ECCO CHI È IL NUOVO VISITATORE APOSTOLICO DI MEDJUGORJE, MONS. ALDO CAVALLI. UNA CARRIERA BRILLANTE CON UN SOLO PICCOLO INCIDENTE..

Papa Francesco non finirà mai di stupirci. Ancora una volta ha scombussolato i piani di chi ormai vedeva Medjugorje abbandonata a se stessa (tornando magari sotto la competenza del nuovo vescovo di Mostar) dopo la morte avvenuta lo scorso agosto del vescovo polacco Hoser.

Così questa mattina ha nominato mons. Aldo Cavalli nuovo visitatore apostolico a carattere speciale per la Parrocchia di Medjugorje, a tempo indeterminato e ad nutum Sanctae Sedis.

Una decisione che dunque rimette al centro dei fenomeni che lì accadrebbero l’attenzione pastorale e di accompagnamento “stabile e continuo” della comunità parrocchiale di questa piccola località della Bosnia ed Erzegovina e dei tanti fedeli che vi si recano in pellegrinaggio. Un ruolo pastorale, dunque, che non entra nella questione delle apparizioni mariane che alcuni ragazzi affermano di avere dal 24 giugno del 1981.

Mons. Cavalli ha un curriculum di tutto rispetto.

E sono riuscito un po’ a ritracciare qualche fonte per capire qual è il profilo del nuovo visitatore apostolico.

Intanto è uno (dei pochi?) vescovi che crede all’esistenza del diavolo. Il che non è proprio una cosa scontata.

Ecco cosa ha detto al riguardo parlando delle tentazioni: “Le tentazioni non sono uguali per tutti e si manifestano con il demonio, fin dalla creazione. E’ impressionante come questo essere terribile arrivi a noi. Le persone che si lasciano tentare dicono sì al demonio, non a Dio, e allora si rovinano. Anche Gesù fu tentato sulla croce. Se sei figlio di Dio scendi, gli dissero, ma Gesù disse no al demonio, e sì a Dio”.

Sempre nella stessa fonte è citata anche la sua chiara posizione sull’adozione di figli da parte di coppie omosessuali quando era nunzio in Colombia.

La Colombia, come altri Paesi del continente americano, era in pieno dibattito legislativo sul tema dell’adozione di bambini da parte di coppie omosessuali.

In questo senso, il Nunzio Apostolico nel Paese, monsignor Aldo Cavalli, aveva ribadito la posizione della Chiesa cattolica di fronte a un’eventuale adozione di questo tipo, affermando che la natura del matrimonio è tra un uomo e una donna e la sua finalità, sia naturale che civile e religiosa, è la procreazione.

Il Nunzio aveva dunque spiegato che, quando si richiede l’adozione di un bambino, questa deve essere compiuta nei parametri del matrimonio.

Non abbiamo inventato questa istituzione – aveva detto – ma l’abbiamo ricevuta dalla natura: uomo, donna e figli, per cui qualsiasi altro tipo di istituzione è secondaria”.

Infine l’aspetto più interessante del nuovo visitatore è il suo approccio con la tecnologia come illustrato in questa intervista.

La tecnologia non è neutra. E le piattaforme non possono essere considerati gusci vuoti da riempire. Occorre mettere insieme strumento e messaggio. La tecnologia è mezzo non può essere fine a se stessa. La riduzione dell’uomo alla semplice somma di energia, materia e informazione, porta alla inevitabile morte del soggetto e a tutte le forme di sfruttamento dell’essere umano”.

Carriera brillante, dunque, con un solo piccolo incidente di cui però il prelato non ha nessuna colpa. Infatti il nuovo visitatore – mons. Cavalliè lo zio di don Vito Isacchi, sacerdote bergamasco prestato alla diocesi dell’Aquila con precedenti burrascosi  per una love-story.

Faccio di cuore al nuovo visitatore  gli auguri di buon lavoro.

Vi consiglio il mio ultimo volume su Medjugorje che raccoglie materiale stilato dalla Pontificia Commissione Internazionale – guidata dal cardinale Camillo Ruini – che ha indagato su fenomeni straordinari pubblicato in versione cartacea e anche in versione Kindle.

Per saperne di più iscriviti al mio canale Youtube.

©David Murgia

(Tutti i diritti sono riservati)

SOSTIENI IL SEGNO DI GIONA

SE SEI UN LETTORE DE IL SEGNO DI GIONA E SE TI PIACE QUESTO BLOG SOSTIENILO. IL TUO AIUTO È IMPORTANTE. FAI UNA DONAZIONE IBAN: IT97Q0364601600526213289016 BIC: NTSBITM1XXX BENEFICIARIO: DAVID MURGIA CAUSALE: DONAZIONE VOLONTARIA PER BLOG IL SEGNO DI GIONA

5,00 €

4 risposte a "CREDE AL DIAVOLO, NELLA FAMIGLIA TRADIZIONALE E NELLA TECNOLOGIA. ECCO CHI È IL NUOVO VISITATORE APOSTOLICO DI MEDJUGORJE, MONS. ALDO CAVALLI. UNA CARRIERA BRILLANTE CON UN SOLO PICCOLO INCIDENTE.."

Add yours

  1. Anche se il nuovo visitatore apostolico è un santo,rimane ugualmente il fatto che i presunti veggenti,sono gli UNICI ,che nella storia delle apparizioni cattoliche,si sono arricchiti… …se qualcuno conosce altri casi,lo prego di farmelo sapere…

    "Mi piace"

  2. Caro Michele, il fatto che nessuno di loro si sia votato alla santità, dovrebbe fare riflettere tutti, soprattutto i sostenitori di queste pseudo apparizioni.
    A meno che per ‘santità’ non si intenda la ricchezza materiale a cui hanno attinto con avidità tutti loro.
    È bene ha fatto il Sommo Pontefice a mandare là un suo controllore, anche se sinceramente penso che non riuscirà tanto facilmente a debellare la disobbedienza che ivi regna!

    "Mi piace"

    1. … appunto, è quello che mi chiedo anch’io, possibile che persone (laici e consacrati),che sono preparati seriamente nella dottrina cattolica,non vedano il contrasto tra questi presunti veggenti,e altri come Bernardette,tre Pastorelli di Fatima, Bruno Cornacchiola, Adelaide Roncalli, ecc. …

      "Mi piace"

Rispondi a Michele Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: