E puntualmente ci risiamo. Si parla di Halloween e dei folli a caccia di adrenalina e di brividi.

L’industria mediatica che ruota attorno a questo evento ha portato milioni di ragazzi e bambini ad organizzarsi con i propri amici e amichetti per evadere dalla realtà in una notte dedicata alla banalizzazione del diabolico. Perché è una festa non solo pagana ma contro il cristianesimo? Per la Chiesa cattolica perché è un voler esorcizzare e banalizzare la morte. Sarebbe come dire: “La morte non ci fa paura perché dopo la vita c’è il nulla”. E i cristiani sanno che non è così.

La zucca intagliata col lumino tornerà alla ribalta per l’appuntamento annuale della notte del 31 ottobre per illuminare le strade e le case di chi ha deciso di festeggiare.

Dunque Halloween è anche un’occasione per far girare molti soldi. Sembra quasi che il nostro paese sia portato a festeggiarla, è d’importazione straniera e non ci appartiene. Mi fa senso, mi da personalmente fastidio che alcune bambine siano vestite da “streghe” o definite tali solo per festeggiare. È una cosa seria e non ci si dovrebbe scherzare.

In questa puntata di Vade Retro (http://www.youtube.com/watch?v=31MS2wCNu3Q) riporto un frammento di un’intervista di una satanista pentita, una ragazza uscita dal satanismo, la quale racconta che il suo “battesimo” è avvenuto proprio la notte di Halloween. Quando i vescovi della Chiesa cattolica affermano che non si tratta solo di una festa pagana, ma anche del capodanno satanico, non bisogna sottovalutarli, e la testimonianza di questa ragazza ne è la prova. Il fatto sussiste.

Pensate che c’è un paese in Italia, non voglio farne il nome, che aspetta con ansia Halloween e tutto l’anno lavora per questa festa. Sto parlando di una manifestazione che si chiama “Miss Strega”, la cosa assurda è che gareggiano anche bambini.

Porto un altro esempio: prendiamo l’Ikea. Sì il megastore di mobili e altro faidate. Anche loro hanno girato per Halloween questo video: http://www.youtube.com/watch?v=cqsonfSQk2I

Vi sembra normale?

E vi sembra normale che si arrivi al paradosso come quello californiano? San Diego, California. Siamo davanti alla McKamey Manor. Un film horror nella realtà. La più spaventosa casa infestata del mondo, dove gli ospiti possono rivivere i propri incubi.

Qui trovate il video: http://www.dailymail.co.uk/video/news/video-1129878/Could-survive-worlds-scariest-themed-hotel.html

La villa riduce regolarmente uomini adulti alle lacrime. E nessuno fin’ora, dai marines ai drogati di adrenalina, è mai riuscito a resistere all’intera prova. Otto ore tra sangue finto, visitatori vengono legati, costretti in gabbie di serpenti e ingozzati a forza di uova marce.

Più di 24mila persone sono in lista d’attesa, ma solo due temerari alla volta possono avventurarsi nella casa posseduta. Prima di entrare? Obbligatoria la firma di una liberatoria, devono avere almeno 21 anni e non soffrire di condizioni di salute.

Il fondatore Russ McKamey: “È come vivere il proprio film dell’orrore”.