CORONAVIRUS E IL MISTERO DEL CONVENTO DEI FRATI CAPPUCCINI. (QUASI) TUTTI MORTI INSPIEGABILMENTE. MA MENO MALE CHE CI SONO GLI ESORCISTI…

È un vero e proprio mistero quello che sta accadendo in un convento francese di frati cappuccini a Crest, nel sud-est della Francia.

Questo antico monastero negli anni ’30 ospitò l’abate Pierre, divenuto poi un simbolo del cattolicesimo francese con le sue attività caritatevoli.

Ebbene proprio questo convento era in isolamento totale per paura del contagio da Coronavirus e per questo tagliato fuori dal mondo. Ospita solo frati anziani e fin dall’inizio dell’emergenza aveva smesso di ricevere visitatori attenendosi rigorosamente alle indicazioni dei sanitari come il distanziamento e la disinfezione delle superfici con “eau de javel”, l’ipoclorito di sodio.

Ma – secondo quanto riportato da Le Monde e ripreso da un dispaccio d’agenzia – inspiegabilmente nonostante il totale isolamento il Covid19 è entrato nel monastero e uno dopo l’altro i frati si sono ammalati.

Purtroppo sono morti 5 frati su 11.

Prima del confinamento una cuoca e una donna delle pulizie si recavano tutti i giorni al convento per assistere i frati. Ma ora solo quattro infermieri, un uomo e tre donne, si affacciano due volte al giorno per le visite ai malati.

Come è possibile?

Sempre per rimanere in tema di mistero qualche tempo fa ha fatto scalpore la riflessione di un mio amico esorcista, don Gianni Sini,  che a proposito di Coroanvirus aveva detto. “C’è lo zampino del diavolo che sta godendo per questa pandemia”.

“Di sicuro – ha detto l’esorcista – il maligno ora gioisce, sta godendo, sta esultando per questa emergenza del Coronavirus che ha portato a chiudere le chiese, a non celebrare più con i fedeli le messe e i sacramenti, a disciplinare persino i funerali e gli ingressi nei cimiteri”.

Però poi l’altro ieri in un comunicato ufficiale dell’Aie, l’Associazione internazionale degli esorcisti, si leggeva che – a proposito sempre di Coronavirus – “nelle grandi pestilenze che in passato hanno afflitto larghi strati della società, la Chiesa in genere non si è mai impegnata in azioni esorcistiche, ma ha sempre ritenuto necessaria la preghiera di riparazione dei peccati, l’impegno per la conversione personale e comunitaria, la manifestazione pubblica del pentimento, la richiesta di perdono a Dio, la supplica per la fine delle epidemie, le preci per i medici, gli ammalati e i moribondi e il suffragio per i defunti”.

Per saperne di più, iscriviti al mio canale Youtube.

©David Murgia

5 risposte a "CORONAVIRUS E IL MISTERO DEL CONVENTO DEI FRATI CAPPUCCINI. (QUASI) TUTTI MORTI INSPIEGABILMENTE. MA MENO MALE CHE CI SONO GLI ESORCISTI…"

Add yours

  1. Interessante ed un poco inquietante la vicenda.
    Trovo un nesso con la presenza, pluriennale, dell’Abbé Pierre in quel Convento. Il Religioso francese, prima di morire, riferì alcuni peccati di gioventù (nel senso letterale del termine) inclusi alcuni contra sextum. Era una confessione pubblica ma non un pentimento, anzi….

    Le parole di don Gianni Siani sono incredibilmente simili a quelle pronunciate da una donna che oggi vive a Monza ma è originaria della ex- Jugoslavia: “Perché questa legge che vogliono chiudere le chiese? Perché non vogliono permetterci di pregare? E per questo dico: questo non è di Dio, questo è del diavolo, questo è di satana.”. Si chiama Marija Lunetti, nome da signorina Pavlovic.

    "Mi piace"

    1. Già, la signora Marja Pavlovic in Lunetti del demonio se ne intende! Forse la pseudo- veggente non sa che le chiese sono sempre aperte anche se con regole diverse? Forse che la signora, che dice di parlare con la Gospa, è così preoccupata della chiesa chiusa, da non sapere che può andare quando vuole a pregarci (anche se individualmente)? Se veramente parlasse con la Madonna, la cosa più bella era che stesse zitta!

      "Mi piace"

  2. sapete come mai il diavolo è così forte?? …forse perché tempo fa’ in Vaticano e in alcune chiese sono stati introdotti statue di idoli (demoni),e molti consacrati si sono prostrati ad essi.(ci sono le foto). ….Non mi sembra che don Sini e Padre Bamonte abbiano tuonato davanti a quello scempio……

    "Mi piace"

  3. Caro David, si è mai chiesto perché Don Amorth, esorcista, credeva ciecamente a Medjugorje e invece Monsignor Gemma, vescovo-esorcista, la rifiutava totalmente? Per questa ragione: Monsignor Gemma prima di parlare si era informato direttamente dal vescovo di Mostar di come stavano le cose. Essendo il Monsignore sacerdote orionino, il cui carisma è l’obbedienza totale al vescovo e al Papa, essendo venuto a conoscenza che i cosiddetti veggenti furono sempre in disobbedienza al loro vescovo, né trasse le conclusioni. In uno scambio di opinioni sul caso, il vescovo mi confidò personalmente che il demonio gli disse: ” Intanto vi stiamo prendendo in giro tutti con Medjugorje!”. Di contro Don Amorth non si preoccupò mai di alcun riscontro critico…

    "Mi piace"

    1. Don Amorth era un bravo prete,e devo la mia conversione ai suoi libbri,però su alcuni argomenti era poco ortodosso,per esempio consigliava a coloro che non trovavano esorcisti ,di rivolgersi ai protestanti,oppure in un esorcismo aveva assolto una presunta anima purgante,dimenticando che i sette sacramenti sono solo per i vivi…. ….Quindi anche su Medjùgorìe era facile fosse caduto in errore…..

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: