Sta impazzando da qualche giorno una strana notizia. È arrivata anche a me via wattsapp.

Il testo recita:

“A Cipro nella Chiesa del Cristo Vivente dove ci sono le sacre reliquie delle corde che hanno legato le mani di Gesù stanno sanguinando”.

Faccio letteralmente un balzo dal divano, dove mi trovavo seduto a guardare un film.

Spengo tutto e immagino: ok, avviso la mia direzione. Chiamo il mio videomaker facciamo biglietti di aereo e entro domani pomeriggio sono a Nicosia. Da lì affittiamo la macchina e andiamo in questa chiesa.

La notizia sembra sensazionale.

Faccio un po’ di telefonate ai colleghi italiani e nessuno sembra saperne niente.

Mando un messaggio ad un mio amico- ricercatore universitario – che si occupa delle tradizioni di Cipro e anche lui resta perplesso.

Insieme cerchiamo notizie in più.

Ma invece scopriamo l’arcano: è solo l’ennesima fake news.

Una bufala.

Nel senso che esiste veramente una reliquia del genere. Viene chiamata “Sacra Corda” o “Sacro Spago” Ma è a Omodos, piccolo villaggio a 80 km di Cipro. Ed è conservate presso non una chiesa, ma un Monastero. Il monastero ortodosso della Santa Croce.

E a smentire la notizia è lo stesso Archimandrita (una sorta di padre guardiano o abate del monastero) Romanos Anastasiadis che sul proprio sito afferma che la notizia è del tutto infondata.

“Alcuni sciocchi hanno avuto l’ispirazione satanica per coprire anche queste Sacre Reliquie per i loro scopi malati. Quindi hanno mostrato una foto delle reliquie contraffatta con mezzi tecnici per renderla come se uscisse del sangue. Ma è tutto falso”.

E pubblicano anche la foto.

Insomma non sanguina nulla.

Il miracolo non c’è.

O meglio secondo me il miracolo c’è.

Ma è nell’Eucarestia conservata nelle chiese.

E negli ospedali dove medici e infermieri salvano vite umane.

E pensare che è un miracolo che avviene ogni giorno.

Per saperne di più, iscriviti al mio canale Youtube

©David Murgia