Da domani, il via alle celebrazioni eucaristiche in presenza di fedeli.

Finalmente.

Finiscono così le polemiche che hanno contrassegnato questo duro momento per i cristiani (a dire il vero il divieto valeva anche per le altre confessioni religiose) che si basavano su due concezioni di considerare il sacro ministero. Anche questo blog ha ospitato autorevoli esponenti delle due correnti di pensiero.

Ancora c’è un po’ di confusione per come si potrà accedere in chiesa.

Anche se io sono quasi certo che domani mattina non ci sarà la folla ad aspettare fuori la Chiesa.

Dobbiamo dire che il primo santuario ad aprire alla partecipazione dei fedeli è stato quello di Medjugorje.

Forse anche perché i cosiddetti Dieci Segreti lo avevano in qualche modo preannunciato.

Dei segreti di Medjugoje parla il Dossier Vaticano segreto che ho pubblicato anche in versione Kindle.

E mi sembra giusto che qualcuno, oltre a pensare a dispenser e a come dare l’Eucarestia, si sia chiesto come affrontare la questione dei paramenti liturgici.

Infatti ormai la mascherina sarà un accessorio fondamentale del sacerdote che dice messa.

E allora?

Allora ecco le mascherine con i colori dei tempi liturgici.

Stessa cosa per i guanti.

Chi l’avrebbe mai detto…

Cose accadono solo con il Coronavirus

Per saperne di più, iscriviti gratuitamente al mio canale Youtube.

©David Murgia

SOSTIENI IL BLOG SEGNO DI GIONA

Se puoi fai una donazione per sostenere l’informazione libera e indipendente. Sostieni questo Blog. Sostieni Il Segno di Giona: OFFERTA LIBERA IBAN: IT14T36000032000CA005372161

€5,00