Il Coronavirus non risparmia neanche Medjugorje, il piccolo villaggio della Bosnia Erzegovina dove dal 1981 la Gospa – come nella lingua locale viene chiamata la Madonna – apparirebbe ad alcuni veggenti.

Dopo che la stessa parrocchia di San Giacomo – attuando direttive governative – aveva cessato ogni tipo di celebrazione religiosa con presenza di fedeli, ora è arrivata la notizia ufficiale.

A diramarla un comunicato ufficiale di P. Miljenka Šteka, Ispettore della Provincia francescana dell’Erzegovina – pubblicato dall’agenzia di stampa locale – in cui si precisa che sono risultati positivi al Covid 19 due frati “in servizio nella parrocchia di Medjugorje. Uno che si occupa come sacerdote delle suore, residente a Miletina e un altro confessore a Medjugorje”.

“Le tre suore – riporta il comunicato – lavorano nel Villaggio della Madre di Medjugorje – Bijakovici (istituzione religiosa che si occupa degli orfani di guerra) e sono residenti nel monastero di Miletina”

“La Provincia francescana dell’Erzegovina, in accordo con il Visitatore Apostolico – conclude la nota ufficiale – fornirà la cura pastorale per la Parrocchia e tutto ciò che è necessario per il suo funzionamento in queste condizioni. I parrocchiani devono contattare l’ufficio parrocchiale telefonicamente per tutte le loro esigenze pastorali”.

Per chi vuole approfondire quello che sta succedendo a Medjugorje può leggere il Dossier vaticano segreto (vedi qui per la versione digitale e qui per quella cartacea) e iscriversi al mio nuovo canale Youtube.

Per saperne di più, iscriviti al mio canale Youtube.

©David Murgia