Sempre per tornare a parlare di profezie e fenomeni particolari ai tempi del Coronavirus, ho trovato interessante– curiosando un po’ su internet – la strana figura di Alois Irlmaier (1894-1959) un cattolico praticante, nativo anche lui come Teresa Neumann della Baviera, persona semplice e molto conosciuta che – pensate un po’ – aiutava la sua gente come rabdomante.

Ebbene, nonostante fosse un personaggio davvero stravagante, alcune sue profezie in realtà si sarebbero dimostrate esatte.

Quando ne 1947 qualcuno lo denunciò perché accusato di essere un ciarlatano, confidò al giudice che lo aveva in carico alcuni particolari della sua vita che solo il giudice poteva sapere, e fu non solo assolto, ma ebbe un attestato giudiziario delle sue capacità.

Riuscì anche a prevedere la data esatta della propria morte che avvenne il 26 luglio 1959.

Previde anche il cellulare (impensabile in quegli anni). Ecco cosa disse: “La gente parlerà avvicinandosi alla scatola Zuban, per giocarci”. La Zuban era una fabbrica di sigarette di Monaco. Un pacchetto di sigarette dentro cui parlare e con cui giocare. Uno smartphone?

Fino alla sua morte, continuò a ribadire che “La Terza Guerra Mondiale è sicura”.

E anche lui, parla della profezia dei “Tre giorni di buio”.

Come al solito la pubblico senza commentarla.

Durante la guerra arriva la grande oscurità che dura 72 ore.

Sarà buio in un giorno durante la guerra. Poi una tempesta di grandine si scatena con fulmini e tuoni e un terremoto scuote la terra. Per favore, non uscire di casa. Le luci non si accendono, tranne il lume di candela. La corrente (elettrica) si ferma, se si respira la polvere si hanno degli spasmi e si muore. Non aprire le finestre, coprile con carta nera.

Tutta l’acqua aperta sarà velenosa così come tutto il cibo che non è in scatole di latta sigillate. Inoltre niente cibo nei vasi di vetro, perché non lo preservano adeguatamente.

Fuori, la polvere sta uccidendo, molte persone stanno morendo. Dopo 72 ore tutto è finito. Ma ancora una volta dico: non uscire, non guardare fuori dalla finestra, lascia la candela accesa e prega! Durante la notte muoiono più persone che nelle due precedenti guerre mondiali.

Sempre in tema di profezie e segreti di Medjugorje (vedi qui per la versione digitale e qui per quella cartacea) questo è stato il primo mese che Mirjana Dragicevic non ha avuto l’apparizione mensile.

Per saperne di più, iscriviti al mio canale Youtube.

©David Murgia

SOSTIENI IL BLOG SEGNO DI GIONA

Se puoi, fai una donazione per sostenere l’informazione libera e indipendente. Sostieni questo Blog. Sostieni Il Segno di Giona: OFFERTA LIBERA IBAN: IT14T36000032000CA005372161

€5,00